Il corpo in movimento-salute e benessere Poesie e giochi

Uno dei campi di esperienza previsti dagli orientamenti e dalle indicazioni Nazionali per il curricolo per la scuola dell’ infanzia è Il corpoin movimento.
Fin dai primissimi giorni di vita il bambino apprende attraverso il corpo, tutto il vissuto passa attraverso di esso ed è legato in un primo fase agli stimoli sensoriali .ll primo approccio di conoscenza del mondo è dunque legato ai sensi: le informazioni vanno ad investire il rinencefalo(affettività) e l’ encefalo passando per il talamo che scatena i primi ed involontari automatismi di risposta alle informazioni arrivate.
Con il superamento di questa fase il bambino incomincia a”conoscere” e a sviluppare la capacità percettiva,il suo bagagliodi conoscenza si arricchisce ed inizia ad avere una visione più dettagliata delle cose e della realtà circostante.
Dal punto di vista motorio in questa fase(3-6) il bambino è consapevole delle proprie azioni passa da automatismi involontari a movimenti finalizzati, organizzati e globali. La modalità di conoscenza però, è sempre legata al corpo che diviene veicolo di comunicazione e di espressione del suo modo di essere e,, sulla base di quest’ ultimo, si attuera’ un percorso didattico motorio finalizzato al raggiungimento delle finalità proprie della scuola dell’ infanzia.
Il discorso motorio da attivare deve dare la possibilità di sviluppare movimenti segmentari e di sperimentare situazioni nuove che richiedono risposte adeguate, nuove,coordinate e sempre più coscienti.
Il percorso motorio dovrà consolidare gli schemi dinamici generali e la dimensione comunicativa non verbale attivando tutti i meccanismi dell’ apprendimento.

E’ la Ginnastica
di Carrisi Maria Grazia Ins. Sc.Dell’Infanzia

E’ la ginnastica assai eccellente
a tutti fervida rende la mente.
Noi siamo i muscoli in vigoria
rendiam lo spirito in armonia.
Le braccia in qua e poi in là,
la testa in giu’ e poi in su’,
facciamo tutti i movimenti
che fanno gli alberi esposti ai venti.
Inginocchiamoci, su presto in pie’
battiam le mani 1-2-3.

Guardo e mi muovo

Facciamo sistemare i bambini in cerchio con un compagno allungato al cento e coperto come se dormisse.

I bambini dovranno mimare i movimenti fatti dalla maestra senza spostarsi dal posto(es. cantare; muovere la bocca senza suono, correre;muovere le gambe come per correre,ma sul posto.

Solo quando la maestra dirà :”Svegliamolo”; i bambini in cerchio potranno usare la voce e il compagno che dormiva si alzerà, stenderà i muscoli

Il gioco ricomincia con altri bambini

Campi di esperienza:

Il corpo in movimento

Migliorare movimenti globali e segmentari

Eseguire semplici giochi

Rispettare un comando

Il sè e l’altro

Condividere esperienze in gruppo e nuove

Libro guida “piccola peste”

————————————————————————————————————

 Percezione e consolidamento della dominanza

 
 
 
 

Corpo,movimento e salute

  O.S.A

Percepire la relazione esistente tra “dx e sx”

  O.F

Muoversi nello spazio avendo come riferimento la relatività del mio corpo                          

 Esempio di attività per evidenziare la lateralità relativa al corpo(bambini 4 anni)

  Gioco:Fiocco colorato

  Per questa attività l’insegnante può legare al braccio dx dei bambini,un nastro colorato di rosso .I bambini si muovono liberamente,occupando tutto lo spazio a disposizione,quando la maestra  fa vedere il fiocco rosso,si fermano e alzano il braccio con il nastro colorato

 

Percorso lineare

  Strutturare un percorso lineare con impronte antiscivolo di colore rosso per la dx e di giallo per la sx. A turno, l’insegnante invita ogni bambino a compiere il percorso facendo coincidere esattamente  i piedi alle impronte e indicando verbalmente il piede impegnato:piede dx-piede sx.

  Saltelli con l’aiuto di un compagno

  Due bambini sono rivolti di fronte e legati per mano.Uno dei due compie dei piccoli salti con lievi    spostamenti alternati a dx e a sx,mentre l’altro gli dà appoggio e quindi equilibrio.

 Consolidamento lateralità e griglia di valutazione

Esempio di attività di rinforzo della lateralità

  Gioco:Tiro a bersaglio

  I bambini sono invitati a turno a centrare un bersaglio posto al centro dell’aula, con delle palline di

carta precedentemente preparate.

  Gioco di gruppo:destra–sinistra

  Anche per questa attività l’insegnante può legare al braccio dx dei bambini un nastro di colore  

rosso

Tracciare sul pavimento una linea e contrassegnare la parte dx del pavimento

Alla partenza i bambini si dispongono in fila sulla linea,a piedi uniti.

Al comando dell’insegnante i bambini con un salto devono oltrepassare la linea e

 disporsi,come richiesto a dx o a sx.
II bambini che assumeranno la posizione sbagliata saranno sospesi dal gioco sino alla conclusione

determinata dalla permanenza in gara di un unico partecipante.

 

Gioco:Salto nel cerchio

  Invitare i bambini ad entrare, con un salto a piedi uniti,in un cerchi posato a terra a dx e con un salto

 ad entrare nel cerchi a sx

   Altri tipi di attività-gioco possono essere:

un passo a dx,un passo a sx

                                                                               

                                                                     Griglia di valutazione

 

     Cognome                                               nome

    Data di nascita

  Data di valutazione

  Riconosce il suo lato dominante

 Riconosce la mano dx dalla sx

 Esegue semplici ordini come andare a dx o sx

  Sa coordinare i movimenti del corpo all’ascolto di un comando

 Sa muoversi nello spazio avendo come riferimento la lateralità del suo corpo

 

Obiettivo raggiunto = R

Obiettivo parzialmente raggiunto =PR

Obiettivo non raggiunto =NR

…………………………………………………………………………………………..

GIOCHI di movimento

www.igiochidielio.it

I pipistrelli, per individuare le loro prede (e per evitare gli ostacoli…) nel buio della notte, emettono delle onde sonore che rimbalzano su ciò che incontrano e tornano indietro, avvisando l’animale della presenza del succulento bocconcino (o del pericolo imminente…).

Giocatori – Quanti si vuole, meglio se tanti. Un conduttore.

Occorrente – Un fischietto (per il conduttore ) e una buona dose di lealtà (per tutti i giocatori). Un bosco o un altro ambiente ricco di nascondigli.

Preparazione – Un giocatore ogni quattro viene nominato “pipistrello affamato in caccia” e si ferma accanto al conduttore. Tutti gli altri vengono invece nominati “insetti impauriti in fuga” e si preparano a scappare per il bosco. Si numerano gli insetti con i numeri dall’uno al tre e il gioco può avere inizio.

Regole – Al “Via !” dato dal conduttore, gli insetti partono di corsa e si spargono per il bosco. Due minuti dopo partono i pipistrelli, alla ricerca delle loro prede. Per catturare un insetto, il pipistrello deve riuscire a toccarlo. Da questo momento in poi la preda seguirà sempre il suo catturatore, tenendolo per mano (o tenendo per mano il compagno catturato prima di lui). Questa catena di insetti acchiappati, diventando man mano più lunga, ostacolerà sempre più il pipistrello. Ogni volta che questa catena si spezza, infatti, il pipistrello deve fermarsi ad aspettare che venga ricomposta: più insetti mangia e più la sua pancia piena ne appesantisce il volo. Ad intervalli irregolari, variabili da mezzo a tre minuti, il conduttore fischia e ogni pipistrello grida “Sono in caccia !” La prima volta che ciò succede, gli insetti numero uno rispondono alle urla dei pipistrelli gridando “Sono sul muro !” e si fermano immediatamente. Gli insetti numero due e tre continuano invece a scappare, dopo aver gridato “Non mi acchiappi!” Al secondo fischio del conduttore, sono gli insetti numero due a urlare “Sono sul muro !” e a immobilizzarsi, mentre i numero uno riprendono a scappare e i numero tre continuano la loro fuga. Al terzo fischio gli insetti sul muro sono quelli col numero tre, al quarto di nuovo quelli col numero uno e così via. Gli insetti fermi (“sul muro”) non possono venire acchiappati dai pipistrelli, che devono stare ad almeno cinque passi da loro se vogliono aspettare che riprendano il volo. Nessuno può rimanere in silenzio dopo un fischio del conduttore, ma tutti devono urlare la loro frase. Il gioco viene interrotto dopo dieci minuti (o quando uno dei pipistrelli cattura il suo quinto insetto). Si cambiano i pipistrelli, si ridistribuiscono i numeri agli insetti e il gioco può riprendere, per terminare quando tutti i giocatori hanno ricoperto il ruolo di “pipistrello affamato in caccia”.

Vince – Il pipistrello che impiega il minor tempo a catturare il suo quinto insetto o, se nessuno ci riesce, quello che cattura più insetti nei dieci minuti a sua disposizione

GIOCHI PER bimbi speciali

Giochi per bambini con limitazioni motorie

Giochi per bambini sordi

Giochi per bambini ciechi

Giochi per bambini down  

LE SETTE NOTE

Giocatori – Almeno una decina, con un conduttore.

Occorrente – Niente.

Preparazione – Il conduttore assegna a ciascun giocatore, in gran segreto, una delle sette note e nomina uno di loro “pentagramma”.

Regole – Al “Via !” le note scappano di qua e di là, inseguite dal pentagramma, che deve cercare di acchiappare un Do (senza sapere la nota assegnata ad ogni compagno). Quando tocca un giocatore, se è un Do si ferma a braccia spalancate, mentre in caso contrario grida “Sbagliato !” e riprende a correre. Una volta preso un Do, il pentagramma deve acchiappare un Re, poi un Mi e così via, fino a catturare un Si. Il gioco viene ripetuto più volte, cambiando ogni volta non solo il giocatore-pentagramma, ma anche le note assegnate ai suoi compagni.

Vince – Il giocatore che cattura nel minor tempo le sette note, nella sequenza giusta

WWW.IGIOCHIDIELIO.IT

——————————————————————————————————–

GIOCO:A coppie- bambini di fronte

I bambini si prendono per mano e allargano le braccia a formare un cerchio

Si spiega che il cerchio si chiamerà “insieme” perchè racchiude e mette insieme qualcosa

All’ interno di questo cerchio si fa entrare un bambino e si chederà a tutti cosa rcchiudono le braccia

Si fa poi ripetere il gioco ogni volta con un bimbo in più

Al termine si invitano i bambini a disegnare un insieme di bimbi

Lo stesso gioco può essere eseguito con i cerchi ginnici e può essere utile

per spiegare gli insieme maggiori,minori e equipotenti

————————————————————————————————————-

IL LINGUAGGIO CORPOREO

Sapete  perche’ i bambini di nazionalità e di lingua diversa riescono a comprendersi?

Perchè comunicano con un linguaggio speciale,universale….Corporeo.

Il corpo come mezzo di apprendimento con il suo modo di parlare, con i suoi gesti,

con i suoi movimenti sia ginnici, ritmici o di danza ,arriva là dove altri non arrivano.

Dove?

Ma al cuore di ogni bambino.

Proprio perchè arriva al cuore la pratica sportiva, nei suoi molteplici aspetti,assume un’ importanza notevole sul piano della maturazione complessiva, favorendo la socializzazione, la cooperazione ,

e come recita la legge 440/97 a prevenire ogni forma di bullismo

I bambini in questo anno scolastico , con il progetto psico- motorio “GIOIOSA-MENTE”,sono stati avviati alla conoscenza del proprio corpo, alle sue possibilità percettive e sensitive  e alla coordinazione del proprio comportamento motorio e affettivo in relazione all’ ambiente e agli altri

A conclusione dell’ impegno didattico,presentano ai genitori una simpatica rappresentazione che riprende gli argomenti trattati

——————————————————————

DANZA IN INFANZIA ISTRUZIONE

La danza è una forma di comunicazione artistica e di espressione di emozioni, sentimenti, pensieri, immagini e stati d’animo degli esseri umani. E ‘anche un mezzo per divertire, divertirsi e godersi i movimenti del corpo ritmici.

Per questi motivi è estremamente utile nella formazione del bambino per soddisfare il suo bisogno di espressione e l’attività di creazione, attraverso la conoscenza del proprio corpo, aiutando a scoprire le molte capacità di movimento che possiede, secondo il loro stato evolutivo e il loro livello di prestazione, incanalando così la loro energia creativa e il potenziale.

Tuttavia, è necessario distinguere tra naturale ballare e prendere una classe di danza. Insegnanti di danza per bambini specializzati consigliano che il momento ideale per iniziare a studiare più complesse come la danza classica o contemporanea è da 7 anni o 8, come il bambino legge e scrive è meglio preparata alla comprensione. Prima di questa età, dai 4 o 5 anni, è opportuno corsi di linguaggio del corpo o di introduzione alla danza in cui il bambino impara a conoscere un po ‘di spazio, lavoro sugli elementi ritmici e la creatività può anche essere inclusi attraverso l’improvvisazione. In questa fase i bambini imparano attraverso il gioco se stessi vivendo alcuni come funziona tecnici ogni muscolo. In generale, in un primo passo di danza infanzia consiste in movimenti semplici, organizzati in un quadro specifico spazio-temporale. Elementi-passi, le associazioni, le modifiche possono essere esercitati isolati forme di movimento, gruppi o forme trasformati in una composizione coreografica.

In età prescolare, l’obiettivo non è quello di formare ballerini professionisti, ma un sostegno nella formazione di interi esseri umani. Attraverso la danza può rendere gli studenti acquisiscono autonomia e identità personale, per sviluppare modi creativi di espressione del tuo corpo e il tuo pensiero, essere consapevoli di vivere nella società attraverso il lavoro di squadra e che è significativamente più vicino arte e cultura.

I giochi e le attività in aula si basano sulla costruzione di situazioni in cui un bambino può eseguire e conoscere se stessi e gli altri in determinate circostanze stabilite, ci saranno giochi in cui si tocca essere il leader o l’inseguitore o perseguito , giochi in cui devi solo chiudere gli occhi e sii te stesso, giochi che devono lavorare come una squadra per raggiungere un obiettivo comune, ecc.

Inoltre, la classe di danza aiuta a sviluppare altre competenze di base che i bambini useranno tutto il loro ciclo di vita come il coordinamento, consapevolezza spaziale, memoria, concentrazione, espressione di modi diversi, capacità di ascolto, tra gli altri.

Poi lascio un paio di attività che siamo in grado di servire un primo contatto degli studenti con il mondo della danza, presentato dal punto di vista ricreativo dove si sentono liberi e confortevole, in questo modo si possa meglio esprimere ciò che musica li fa sentire.

Tali attività sono:

Riproduzione dalla memoria : primo movimento è quello di giocare con la musica e con un oggetto in mano, per esempio, un fazzoletto. Poi dare istruzioni: “fanno piccoli movimenti fanno grandi mosse, giocando due alla mano cambia …”, quindi lascia l’oggetto o il tessuto in un angolo e giocare ancora potuto immaginare. (È rivivere la situazione e vissuto).

Si può anche dare loro un pennello, dicendo che essi svolgono per essere pittori per disegnare forme diverse nello spazio e poi repinten senza il pennello.

Con questo gioco i bambini eseguono movimenti usati nella danza, ma non si potrebbe fare se fossero appena chiesto di ballare.

Ci possono essere molte motivazioni come nastri, bastoni, cravatte, ecc. e diverse rappresentazioni come conduttori, lavavetri, spedizioniere ecc.

Il gruppo può essere diviso in due, in modo che alcuni sono pubblici e altri agiscono. Quindi, imparare anche guardando i loro coetanei.

Statue: è un modo divertente per guadagnare posizioni ed equilibrio attraverso la mobilità o immobilità. L’insegnante può utilizzare per raccontare una storia di visitare il parco centrale, il museo, negozio di animali di peluche … e da fare che mentre i bambini (i) camminare liberamente adottare posture (secondo la storia narrata) quando sentono :

E vi … molte statue! per voi di andare a queste e osservare commentando come si trovano (ad una gamba, o le braccia incrociate, le mani sulla testa, ecc.). In questo modo i bambini (come) interiorizzano la loro immagine corporea e analizzare i suoi coetanei.

Potrebbe essere chiamato “Photo”, tutti dovrebbero porre in modi diversi, come stare con una gamba, in punta di piedi con le braccia verso l’alto o lateralmente, in ginocchio su una o entrambe le gambe, sostenuta da un lato e un piede, ecc. Sarà un po ‘ancora fino a quando il fotografo dice “pronto”, per poi tornare a quello che stavano facendo e l’ordine è stato ripetuto.

http://actividadesinfantil.com/archives/4956

———————————————————————————–

 I 5 SENSI

Il bambino conosce sé stesso e ciò che lo circonda attraverso i cinque

 

sensi.
La percezione,infatti, è il primo passo mediante il quale estraiamo

ed organizziamo le informazioni presenti nel mondo che ci circonda.
Fin dai primi giorni di vita ,corpo vissuto, il bambino impara a  SEGUE

rispondi

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s