0

Giochi estivi

 

giodicart

Giochi estivi che passione!
Si avvicinano le vacanze estive, questo momento tanto atteso da genitori e bambini porta anche qualche piccola preoccupazione e qualche attimo di panico.

Come evitare che i piccoli si annoino?

Come trascorrere le giornate?

Cosa fare per evitare di lasciare i nostri piccoli molto tempo davanti alla tv o a giocare con smartfone e dispositivi vari?

Non ci allarmiamo e vediamo come possiamo organizzarci per trascorrere piacevolmente tutti insieme le giornate estive.

Estate, a volte afosa e terribile, è sinonimo di divertimento, di corse al mare e di sensazione di fresco che ci regala un bel tuffo o una nuotatina.

E allora… tutti al mare!

Mare e spiaggia offrono moltissime occasioni di giochi nuovi e anche formativi.

Passeggiare a piedi nudi sulla spiaggia equivale a massaggiare e rilassare tutto il corpo.

Le stimolazioni che la pianta del piede riceve al contatto con la sabbia si propagano in tutto la persona, il poter camminare scalzi ci regala un benefico senso di libertà e di spensieratezza accompagnato da una ripercussione positiva sulla postura del corpo.

E se mentre passeggiamo giochiamo anche con le impronte lasciate dal nostro piede?

Siete pronti!

Mettiamo un piede avanti all’altro e diamo vita a un…. lunghissimo Millepiedi.

Segue su Giodicart

1

Storie di dislessia

Tra i disturbi di apprendimento rientra la dislessia che si manifesta con una poca rapidità e minore correttezza della lettura rispetto all’ età cronologica e alla classe frequentata .
In base all’età risultano deficitarie la lettura di lettere, di parole e non parole,di brani.Anche se la diagnosi può essere effettuata(esperto) solo al termine della seconda -terza classe, già nella scuola dell’ infanzia è possibile fare una valutazioni dei prerequisiti visivi indispensabili per la lettura.

Un team di ricercatori dell’università di Padova guidato da Andrea Facoetti ha dimostrato che i bambini con problemi di attenzione visiva possono essere gli stessi che svilupperanno la dislessia

Il ruolo degli insegnanti è importane non solo per il suo riconoscmento,ma anche per individuare le caratteristiche cognitive per il raggiungimento del successo formativo attraverso l’ utilizzo di strumenti compensativi Per chi volesse approfondire questo tema può scaricare gratis i due libri seguenti:

DEMONE BIANCO
Un’ insolita compagna

Sul sito“PoliLab Kids”invece,si trovano video didattici , da utilizzare a casa o a scuola,in gruppo o individualmente edai bambini  da 6 a 10 anni. Le tematiche sono tante e basta cliccare su una di esse per avere informazioni dettagliate

POLIBAB-KIDS