Momento di psicomotricità

Ecco le foto di un piccolo momento di gioco-motorio dello scorso anno.

Le finalità di questo percorso rettilineo ,segnato da nastro adesivo, è stato quello di favorire la direzionalità, la coordinazione e lo sviluppo dell’ equilibrio

I bambini si sono divertiti prima a camminare poggiando un piede davanti all’ altro  sul nastro   poi, a rifare lo stesso percorso con saltelli su un piede dx ,alternando i piedi e infine  correndo.

psicomotricita su st (4) psicomotricita su st (2)psicomotricita su st (1)  psicomotricita su st (3)

L’ aspetto ludico ha motivato i bambini che si sono impegnati ad eseguire correttamente i comandi ricevuti e a rispettare il turno per l’ esecuzione dell’ esercizio 

 

Testi di canti sulla legalità

UN PAESE BELLISSIMO

(testo di A. Galliano)

Ci sarà

un paese bellissimo,ci sarà, ci sarà.

E noi l’ abbiamo disegnato

nella fantasia:

Vogliamo che ci sia, che ci sia!

Un paese bellissimo:

dove le case parlano,

dove i giardini ridono

quando i bambini giocano.

Dove le piazze ballano

dove le torri suonano

e dove i merli ascoltano

quando i bambini cantano,

cantano, cantano, cantano.

Ci sarà una volta…..

Un paese bellissimo

dove le rane pensano,

dove le piante crescono,

quando i bambini dormono……

Dove loe stelle pregano

dove le mamme vegliano

e dove i lupi tacciono

quando i bambini sognano,

sognano,sognano,sognano,sognano!

la la la la, ci sarà

la la la la, cisarà

la la la la, un paese bellissimo

Un paese bellissimo

dove i cavalli danzano,

dove le strade a spettano

quando i bambini arrivano….

Dove le spiagge incantano,

dove i gabbiani si amano

e dove i pesci guardano

quando i bambini volano,

volano, volano, volano.

Ci sarà una volta…..

Un paese bellissimo.

La la la la,la la la la.

Un paese bellissimo.

Un paese bellissimo.

——————————————————————————————————-

Bianco con il giallo

Prendi una matita gioca coi colori

non aver paura di metterli vicini

di maschiarli tutti sotto un solo cielo

come dei bambini all’uscita dell’asilo.

Prendi un foglio bianco e disegna il mondo

con dei grandi prati e il mare sullo sfondo

non importa molto se non è rotondo

quello che è importante è la gente che ci sta.

Gente che sappia dare amore

alla gente che amore non ne ha

senza guardare mai al colore che la sua pelle ha.

Rit:

Bianco con il giallo trova suo fratello

giallo con il nero ed è un amico vero

verde con il viola vanno insieme a scuola

l’arancione e il blu che si danno già del tu.

Bianco contro il nero e il mondo resta a zero

azzurro contro il rosso cadono nel fosso

blu senza il marrone e il cuore è già in prigione

non c’è ragione che debba stare là

Prendi una matita gioca coi colori

non aver paura di metterli vicini

di maschiarli tutti sotto un solo cielo

come dei bambini all’uscita dell’asilo.

Fai un universo fallo un pò diverso

fai le stelle azzurre e il cielo tutto giallo

fai anche le piante con le radici in cielo

quello che è importante è la gente che ci sta.

Gente che sappia dare amore

alla gente che amore non ne ha

senza guardare mai al colore che la sua pelle ha.

Rit:

Bianco con il giallo trova suo fratello

giallo con il nero ed è un amico vero

verde con il viola vanno insieme a scuola

l’arancione e il blu che si danno già del tu.

Bianco contro il nero e il mondo resta a zero

azzurro contro il rosso cadono nel fosso

blu senza il marrone e il cuore è già in prigione

non c’è ragione che debba stare là

Cheope – R. Pareti

—————————————————————————

Goccia dopo goccia

Cos’è una goccia d’acqua, se pensi al mare

Un seme piccolino di un melograno

Un filo d’erba verde in un grande prato…

Una goccia di rugiada, che cos’è?

Il passo di un bambino, una nota sola,

Un segno sopra un rigo, una parola?

Qualcuno dice « un niente», ma non è vero

Perché, lo sai perché, lo sai perché?

Goccia dopo goccia nasce un fiume,

Un passo dopo l’altro si va lontano,

Una parola appena e nasce una canzone,

Da un «ciao» detto per caso, un’amicizia nuova;

E se una voce sola si sente poco,

Insieme a tante altre diventa un coro

E ognuno può cantare, anche se è stonato;

Dal niente nasce niente, questo sì.

Non è importante se non siamo grandi

Come le montagne, come le montagne;

Quello che conta è stare tutti insieme

Per aiutare chi non ce la fa,

Per aiutare chi non ce la fa.

Goccia dopo goccia..

Goccia dopo goccia nasce nasce un fiume

E mille fili d’erba fanno un prato

Una parola solo ed ecco una canzone

Da un “Ciao” detto per caso un’amicizia ancora;

Un passo dopo l’altro si va lontano

Arriva fino a dieci poi sai contare

Un grattacielo immenso comincia da un mattone

Dal niente nasce niente, questo sì.

Non è importante se non siamo grandi

Come le montagne, come le montagne

Quello che conta è stare tutti insieme;

Per aiutare chi non ce la fa.

Non è importante se non siamo grandi

Come le montagne, come le montagne

Quello che conta è stare tutti insieme;

Dal niente nasce niente, questo sì.

Dal niente nasce niente, tutto qui!

Stiamo tutti insieme, questo sì.

Dal niente nasce niente, tutto qui!

E. Di Stefano – G. Fasano – Cantata da Marco Barbera, Alex Rossi e Natascia Tarturo

——————————————————————
Imagine

John Lennon

Imagine there’s no heaven
It’s easy if you try
No hell below us
Above us only sky
Imagine all the people
Living for today…

Imagine there’s no countries
It isn’t hard to do
Nothing to kill or die for
And no religion too
Imagine all the people
Living life in peace…

You may say I’m a dreamer
But I’m not the only one
I hope someday you’ll join us
And the world will be as one

Imagine no possessions
I wonder if you can
No need for greed or hunger
A brotherhood of man
Imagine all the people
Sharing all the world…

You may say I’m a dreamer
But I’m not the only one
I hope someday you’ll join us
And the world will live as one

Visita la sezione POESIE SULLA LEGALITA’

Udito e olfatto: Schede da colorare

Con queste schede termina la raccolta di disegni da colorare sui cinque sensi.
Buon lavoro!

olfatto3 olfatto olfatto21 udito2 udito3 udito4

Nuove risorse per l’ accoglienza

 

La sezione Risorse per l’accoglienza degli alunni della scuola dell’ infanzia si arricchisce di nuovi elementi.

Coccarda di Bentornato  a scuola.

coccarda bentornati a scuola (1) coccarda bentornati a scuola (2)

STAMPA

 

STRISCIONE arcobaleno di BENTORNATI!

arcobalenobentornati a scuola (3)

CONTRASSEGNI

 

contrassegni 2014 contrassegni 3 contrassegni 1 contrassegni 2

STAMPA i Contrassegni 2014

Schede didattiche sulla vista e sul tatto

Continua la raccolta di schede/ libricino (create con power point)    sui sensi, questa volta tocca  alla vista e al tatto.

 

schede didattiche sulla vista

 

 

scoprire il mondo

ammirare i colori

di ammirare la natura

pdf  Schede sulla vista

Tatto

Morbido duro

 

Caldo Freddo

ruvido liscio

pdf  Schede tatto

 

Lavoretti per l’ estate

Barchette con carta riciclata e tanti pesciolini nel mare blu!

buone-vacanze-003 buone-vacanze-004 pesci estate

Poesie per la fine dell’ anno scolastico

saluti alla maestra

Stampa saluto alle maestra

Vieni alla festa di fine anno

In vacanza è ora di andare,

prima però vi dobbiamo salutare.

La festa di fine anno

è il giorno più bello: tutti lo sanno

Con le maestre festeggeremo

e tutti quanti promossi saremo.

Mirò editori( Emma Valli)

———————————————————-

diploma  fine anno 2

Stampa Diploma

diplomando

Stampa diploma con cuori 

diploma colorato

Stampa diploma colorato

pergamna

diploma laurea

Stampa Diploma 1

A TE MAESTRA MIA

IN UN PRATO PIENO DI COLORI

OGGI HO COLTO DEI BELLISSIMI FIORI

A TE MAESTRA MIA, LI VOGLIO DONARE

PER AVERMI SAPUTO TANTO TANTO AMARE.

IN UN BOSCO TUTTO INCANTATO

OGGI HO COLTO  LE MAGIE DEL CREATO

A TE MAESTRA MIA LE VOGLIO DONARE

PER AVERMI SEMPRE INSEGNATO A SOGNARE.

IN UN CAMPO TUTTO FIORITO

OGGI HO COLTO LA GIOIA DI UN SORRISO

A TE MAESTRA MIA LO VOGLIO DONARE

PER AVERMI SAPUTO SOPPORTARE.

NELLA FAVOLA DELLA NATURA

OGGI HO SMARRITO LA MIA PAURA

A TE MASETRA MIA VOGLIO RINGRAZIARE

PER AVERMI SAPUTO INSEGNARE A VOLARE.

NELLA FIABA CHE MI HAI RACCONTATO

NON MI AVEVI DETTO CHE TI AVREI LASCIATO

NEL MONDO OGNI COSA HA UN SUO PERCHE’

ED IO COME FARO’ SENZA UNA  MAESTRA COME TE.

ALLORA , DOPO LE FAVOLE VIENE LA VITA VERA

DA TE VOLERO’ VIA IN MONGOLFIERA

NEL CUORICINO MIO SEMPRE TU SARAI

MAESTRA MIA DI ME NON TI SCORDARE MAI.

Giusy Staropoli Calafati

——————————————————————-

FILASTROCCA DELLE BUONE MAESTRE

Maestra,insegnami il fiore ed il frutto

“Col tempo, ti insegnerò tutto!”

Insegnami fino al profondo dei mari

“Ti insegno fin dove tu impari”:

Insegnami il cielo, più su che si può

“Ti insegno fin dove io so”.

E dove non sai?

“Da lì andiamo insieme

Maestra e scolaro, dall’ albero al seme.

Insegno ed imparo, insieme perchè

Io insegno se imparo con te!”.

Bruno Tognolini

————————————————————

Filastrocca di fine scuola,

quando la maestra si sente un pò sola.

Compila scartoffie, sposta materiale,

ma ripensa ancora al lungo abbraccio finale.

Guarda le aule, vuote e senza vita;

sorride, ricordando tutta la fatica!

E quando davvero il lavoro sarà finito,

anzichè dedicarsi al suo hobby preferito;

ai armerà di quaderni e matite,

fogli, libri e penne colorate,

per progettare gioiosa un nuovo anno

che a tutti i suoi alunni LASCERA’ IL SEGNO!

Maestri attivi fra le nuvole

—————————————————-

Cari genitori, cari parenti 

un invito sorprendente vi voglio fare:

Alla festa di fine anno vi voglio invitare,

con tutti gli amici vi voglio salutare

e quello che ho imparato vi voglio mostrare

(pergamena con l’ invito da stampare nella sezione lavoretti)

—————————————————–

Estate

Dopo un anno di fatica e impegno,

di andare in vacanza forse son degno!

E’ tempo di giochi, mare e solleone

e allegra mene sto sotto l’ ombrellone.

questa stagione era quella che aspettavo

e che finisse la scuola tanto speravo:

ora, assai mi voglio divertire

perché tra poco si dovrà ripartire!

Il trenino delle stagioni

V. Contaldo- G .Ortolani

 

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.380 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: